Pechino soffoca nello smog: aria irrespirabile e visibilità ridotta

Una fitta nebbia avvolge la capitale cinese da giorni: le piogge previste per la prossima settimana potrebbe migliorare un po' la situazione.

Smog a Pechino

Smog a Pechino

globalist 5 novembre 2016

Nelle ultime 48 ore, i livelli di smog a Pechino hanno toccato picchi preoccupanti, al punto che la visibilità in alcune aree della città è scesa sotto i 100 metri: secondo le rilevazioni sulla qualità dell'aria dell'ambasciata degli Usa, nello stesso periodo temporale si è avuto un massimo a 398 di Pm 2,5, le particelle sottili causa di problemi respiratori.
La corrente d'aria fredda, attesa soprattutto domenica, dovrebbe portare alla consistente riduzione dell'inquinamento, in base alle previsioni della locale agenzia meteo. Le regioni cinesi del nord e del nordest avranno un inverno molto più esposto allo smog a causa della "Nina", il fenomeno dovuto al periodico raffreddamento della superficie dell'oceano Pacifico all'altezza dell'equatore che genera condizioni meteo particolarmente eccezionali.


Pechino ha già registrato da ottobre quattro cicli di allerta inquinamento, insieme alle aree limitrofe.