Malala, 5 anni fa il mondo conobbe la storia della ragazza che sfidò i talebani

Il 9 ottobre del 2012 la giovane attivista pakistana venne ferita gravemente da uomini armati a Peshawar

Malala Yousafza vince il Nobel per la Pace

Malala Yousafza vince il Nobel per la Pace

globalist 9 ottobre 2017

Oggi ricordiamo una storia di coraggio. Quella di Malala Yousafzai che a soli undici anni comincia a scrivere della vita sotto i talebani su un blog in urdu della Bbc.


Nel 2011 come riconoscimento per il suo coraggio e il suo impegno in favore dei diritti delle donne riceve il Pakistan's National Youth Peace Prize.


Dopo ripetute minacce il 9 ottobre 2012, finita la scuola, mentre è sul vecchio bus che la riporta a casa, un uomo le spara colpendola in pieno volto: Malala ha appena 15 anni, ma per i talebani è colpevole di aver gridato al mondo il suo desiderio di leggere e studiare.


Malala quel giorno non muore: a 5 anni dall'attentato è oggi il simbolo universale delle donne che combattono per il diritto alla cultura e al sapere.


"Nonostante la sua giovane età Malala Yousafzay ha già combattuto diversi anni per il diritto delle bambine all'istruzione ed ha mostrato con l'esempio che anche bambini e giovani possono contribuire a cambiare la loro situazione. Cosa che ha fatto nelle circostanze più pericolose". Questa la motivazione per il premio Nobel per la pace 2014 attribuito alla giovane attivista pachistana Malala. "Attraverso la sua lotta eroica è diventata una portavoce importante del diritto delle bambine all'istruzione".