Speculazione su paura e morte: quintuplica il costo degli aerei dalla Florida

La gente cerca di fuggire e allontanarsi: un biglietto da 159 dollari ora costa 1.020. Uno da 547 ora sta a 3258. Uno schifo

L'uragano Irma

L'uragano Irma

globalist 7 settembre 2017

Speculare sulla morte e sulla distruzione. E' sempre accaduto. Ma è qualcosa che continua ad essere sempre più riprovevole e inaccettabile: l’uragano Irma si sta avvicinando pericolosamente agli Stati Uniti, con il suo potenziale devastante. Molte persone vogliono fuggire il più presto possibile. Fra questi chi ha cercato di comprare un biglietto aereo ha avuto una brutta sorpresa: i prezzi sono lievitati esponenzialmente.
Un esempio: lunedì sera un volo da Miami per il Connecticut della American Airlines costava 159 dollari, martedì è salito a 1.020 dollari. Lo ha denunciato a Yahoo Finance un 53enne che voleva far tornare a casa la figlia. Il padre ha spiegato di aver comprato diverse voli biglietti su questa tratta e che mai sono stati così costosi, nemmeno se acquistati all’ultimo minuto.
La compagnia si è giustificata spiegando che «non sono stati modificati i prezzi, sono stati aggiunti dei voli per aiutare i passeggeri in pericolo».
Dopo le diverse denunce il clamore è grande. Diverse grandi compagnie si sono comportate in modo simile e hanno voli a partire da 1.000 dollari dalla Florida. «Tutto questo mi fa star male. È un comportamento inammissibile. Ci sono vite umane in gioco», ha concluso l’uomo.
Fra gli altri innumerevoli casi un volo della Delta Air Lines da Miami a Phoenix è stato portato da 547,50 dollari a 3'258,50 dollari.