Ryder Cup a rischio: garanzie sui 97 milioni o ce la tolgono

Montali lancia l'allarme: se entro 15 giorni non forniremo le garanzie richieste perderemo l'organizzazione

Golf

Golf

globalist 2 marzo 2017

A quanto pare la Ryder Cup del 2022 è a rischio. Non ci sarebbero i soldi. Quei 97 milioni di euro stanziati dal governo italiano, che però non ha ancora dato indicazioni in merito alla garanzia fideiussoria richiesta dall'Executive Committee della competizione golfistica.


A lanciare l'allarme è stato il direttore dell'edizione che dovrebbe svolgersi in Italia nel 2022, Gian Paolo Montali: sono martellato ogni giorno dagli inglesi, che premono per avere una risposta. Ci sono pressioni di altri paesi, come Germania e Spagna, per toglierci l'evento. Se entro 15 giorni non forniremo le garanzie richieste perderemo l'organizzazione".


La preoccupazione è grande da parte della federazione, preoccupata di perdere un evento che può mettere in primo piano il golf italiano. D’altro canto il Coni e Malagò,  sono preoccupati ma senza toni allarmistici. "Non c'e' una nuova scadenza - ha spiegato Malagò -, però di fatto c’è una grande urgenza per completare un iter che al 90% è fatto e che manca di un elemento relativo alle controgaranzie che si devono dare. È un atto più formale che sostanziale, quello che il board Ryder richiede".