Il povero orso bruno trattato come un pupazzo per i Mondiali russi

Tim, questo il nome del grosso animale, ha fatto le prove come mascotte in una partita di terza divisione. Il domatore gli fa consegnare la palla all'arbitro e poi gli impone di applaudire

L'orso Tim in un frame del video

L'orso Tim in un frame del video

globalist 16 aprile 2018

Uno spettacolo triste. Quello dell'orso Tim, un esemplare di orso bruno, che in compagnia dal suo domatore è entrato in campo e consegnato all'arbitro di una partita di terza divisione, fra Mashuk e Angusht Nazran, il pallone del match. E' successo in Russia. Lo stesso orso sarà campo per la consegna della sfera al direttore di gara anche nella partita inaugurale dei Mondiali di Russia 2018, quella del 14 giugno a Mosca fra la nazionale di casa e l'Arabia Saudita. Tim ha fatto ingresso sulla pista di atletica dell'impianto muovendosi a quattro zampe. Poi si è seduto a bordo campo e ha cominciato a battere le zampe quasi come volesse applaudire. Dopo di che si è tirato su, ha preso il pallone consegnatogli dal suo accompagnatore e lo ha consegnato all'arbitro, che poi si è diretto verso i giocatori per far cominciare l'incontro. Grande ilarità degli spettatori e dello speaker, mentre niente affatto contente sono le associazioni animaliste che dopo il video della povera bestia pubblicato su YouTube stanno protestando in tutto il mondo.