Di Maio fa boom: se riusciamo a far partire il governo sarà una bomba

Il capo dei grillini fa il punto della situazione: Siamo di fronte ad un bivio. Da una parte c'è il coraggio dall'altra la paura. Ora dobbiamo cambiare le cose

Di Maio, Toninelli e Giulia Grillo

Di Maio, Toninelli e Giulia Grillo

globalist 15 maggio 2018

"E' il momento di capire se vogliamo andare fino in fondo. Il M5S c'è e vuole portare a casa i risultati". Dice il capo politico del M5S, Luigi Di Maio, in una diretta facebook. Abbiamo un obiettivo molto importante che è quello, in questa legislatura, di portare a casa risultati per i cittadini". "Ci hanno votato 11 milioni di italiani: abbiamo circa il 50% al sud ma siamo la prima forza in tante regioni del nord. Siamo l'unica forza politica di respiro nazionale che ha vinto le elezioni, non siamo una forza territoriale circoscritta ad una zona", ha rimarcato.

Se il governo parte sarà una bomba
"Siamo di fronte ad un bivio. Da una parte c'è il coraggio dall'altra la paura. Questo è il momento del coraggio di andare fino in fondo e cambiare le cose. Se riusciamo a far partire questo governo sarà una bomba, in senso positivo".
Dicono che sono arrivati i barbari, ma come si permettono
Abbiamo attacchi continui, anche oggi da qualche eurocrate non eletto da nessuno. Ma più ci attaccano più siamo motivati". Ha detto ancora Luigi Di Maio che aggiunge: "Non c'è un solo giornale che non tifi contro questo contratto, il FT dice che i barbari sono arrivati, ma come si permette? Insieme alla Lega abbiamo i voti di 17 milioni di italiani... Qualcuno mi dice 'che c'hai da ridere quando esci dagli incontri?' ma io sono felice, se posso portare risultati per i cittadini. Come si fa a ironizzare su tutto questo? Dopo vengono i nomi, i ministri, che sono importantissimi ma sono quelli che dovranno mettere mano a questo contratto".

Il contratto non è un’alleanza
"Nella nostra storia abbiamo sempre corso da soli, perché delle altre forze politiche non ci siamo mai fidati. E infatti abbiamo proposto un contratto e non un'alleanza. Vedo persone che ironizzano su questo contratto. Per noi è una cosa seria, il perno. Lo stiamo costruendo insieme alla Lega ed in sei giorni abbiamo quasi concluso questo lavoro".