Le pensioni a mille lire e bunga-bunga, Berlusconi show e l'Italia ride

L'ex Cavaliere ha tenuto un discorso/show durante l'incontro con il Consiglio permanente di Confcommercio

Silvio Berlusconi durante il discorso

Silvio Berlusconi durante il discorso

globalist 13 febbraio 2018

È un Berlusconi in ottima forma quello che ha parlato davanti al Consiglio permanente di Confcommercio, che ha aperto le porte a tutti i leader politici che si sfideranno il 4 marzo perché presentassero i dossier che vorrebbero attuare nella prossima legislatura.


Arrivato con più di un'ora di ritardo da Arcore (dove ieri sera ha incontrato Attilio Fontana, candidato del centrodestra alla presidenza della Lombardia), l'ex Cavaliere ha rispolverato i panni dello showman, cui ci ha abituato nel corso degli anni: dopo una battuta a sfondo sportivo ("Vedo che il presidente Sangalli sa ancora sorridere anche se questo Milan fa venire un gran mal di stomaco", riferito alla situazione della squadra rossonera), Berlusconi si è preso tutto il tempo necessario per il suo intervento, durato oltre un'ora e che ha costretto a un ritardo nei lavori. Pietro Grasso, che parlava dopo di lui, non ha infatti potuto fare a meno di commentare: "ho aspettato pazientemente che lo spettacolo finisse".


E, a quanto si vede dal video, di spettacolo si è trattato: "sono qui da imprenditore che parla agli imprenditori" ha esordito Berlusconi, per poi continuare: "Ancora oggi sono il leader politico in testa, anche se incandidabile". L'ex Cavaliere sciorina poi una lista di "balle" che gli sono state lanciate contro nel corso degli anni: dal bunga-bunga alle minorenni, Berlusconi si dice "abituato a resistere, ho resistito a tutte le infamità contro di me". Ma lo show continua: "ho portato le pensioni minime a 1000 lire al mese, allora bastavano" afferma, parlando poi dello "sciagurato cambio della lira in euro. Quei due campioni di Ciampi e Prodi hanno accettato e tutti noi che avevamo risparmi in lire, abbiamo avuto un dimezzamento del nostro potere di acquisto". 


Parlando poi del tasso di criminalità in Italia, Berlusconi racconta un aneddoto che ha del surreale: "a una signora che hanno svaligiato casa, hanno vuotato il frigo. Si sono bevuti addirittura l'olio". 


Infine, Berlusconi conclude: "oggi le elezioni le può vincere solo il centrodestra. Negli ultimi sondaggi è al 40%, e si arriva a una maggioranza alla Camera e al Senato. Dall'altra parte ci sono i 5 Stelle, troppo lontani dal 40%. Ma è assolutamente importante che gli italiani vadano a votare". 


Prima di andarsene, Berlusconi lascia i giornalisti con una battuta-frecciatina ai 5 Stelle: interrogato sul 'rimborsopoli', ha infatti detto: "Onestà, onestà", imitando lo slogan del Movimento.