La Lega in Lombardia: multe salate a chi ospita i migranti senza dirlo

Sanzioni fino a 5.000 euro per quei soggetti privati che non comunicano la partecipazione ai bandi delle prefetture per l'accoglienza degli immigrati richiedenti asilo

Salvini: "Stop invasione"

Salvini: "Stop invasione"

globalist 10 agosto 2017

"In questi giorni i sindaci della Lega, in Lombardia, hanno emanato un’ordinanza che prevede sanzioni fino a 5.000 euro per quei soggetti privati che non comunicano la partecipazione ai bandi delle prefetture per l'accoglienza degli immigrati richiedenti asilo. Le leggi sono chiare, i sindaci sono autorità sanitarie locali e autorità di pubblica sicurezza. E’ impensabile che prefetti e privati li scavalchino sistematicamente scaricando sui Comuni centinaia di persone che, dopo pochi mesi, andranno a bussare alla porta del sindaco per chiedere assistenza". Lo dichiara Paolo Grimoldi, deputato della Lega Nord e Segretario della Lega Lombarda.


"La prima di queste ordinanze è stata varata - spiega - dal sindaco leghista di Palazzago , seguito da altri suoi colleghi, e tutti i primi cittadini lombardi della Lega ne faranno una analoga nelle prossime settimane. Non possiamo tollerare che i sindaci siano scavalcati nella gestione dell'arrivo degli immigrati dai Prefetti e dai privati".