Fano: rinvenuta bomba inesplosa della seconda Guerra Mondiale, 23mila evacuati

La bomba è stata trovata in un cantiere ed è stata innescata per sbaglio.

Il luogo del ritrovamento

Il luogo del ritrovamento

globalist 13 marzo 2018

Questa mattina in un cantiere dell'Aser in Viale Ruggeri a Fano è stato rinvenuto un ordigno bellico della seconda guerra mondiale ed è stata immediatamente predisposta l'evacuazione di 23mila persone. L'ordigno infatti è stato accidentalmente innescato durante i lavori.


Le persone si devono allontanare da case, strutture ed edifici pubblici per un raggio di 1.800 metri dal luogo di ritrovamento della bomba. La decisione è stata adottata dalla prefettura di Pesaro. Le zone da evacuare sono il lungomare di Sassonia, il centro storico e la periferia a sud del centro.


La bomba sarà fatta brillare in mare: sarà prelevata nelle prossime ora e condotta al largo, in un'operazione congiunta tra Esercito e Marina Militare.


A Fano sono stati evacuati l'ospedale Santa Croce e la stazione ferroviaria. Bloccati anche i treni dalle 21:30, dato che la stazione (come l'ospedale) si trova nella zona di pericolo. Lo stop non interessa invece l'autostrada A14.