Rimini, rinviato il processo di Butungu: aveva confessato entrambi gli stupri

E' accusato di essere il capobranco degli stupri ai danni di una turista polacca di 26 anni e di una trans peruviana avvenuti nella zona di Miramare di Rimini la notte tra il 26 e il 27 agosto scorso

Guerlin Butungu

Guerlin Butungu

globalist 3 ottobre 2017

E' in corso il processo per direttissima per Guerlin Butungu, il ventenne congolese accusato di essere il capobranco degli stupri ai danni di una turista polacca di 26 anni e di una trans peruviana avvenuti nella zona di Miramare di Rimini la notte tra il 26 e il 27 agosto scorso, per i quali sono stati arrestati anche tre minorenni.


Butungu - trasferito in tribunale sotto scorta per motivi di sicurezza - è accusato anche della rapina e della tentata violenza del 12 agosto, sempre a Miramare di Rimini, ai danni di una coppia italiana.


Il processo per direttissima è stato chiesto dalla Procura di Rimini dopo la confessione in carcere del ventenne, avvenuta in un secondo momento. Inizialmente, infatti, aveva negato gli stupri.