Talamone, uno squalo blu in porto: "Non disturbatelo"

L'avvistamento del Centro Studi Squali di Massa Marittima:"Non si riportano casi di attacco in Mediterraneo da parte di questa specie negli ultimi decenni"

Uno squalo blu avvistato in porto a Talamone

Uno squalo blu avvistato in porto a Talamone

Desk 13 luglio 2017

La raccomandazione arriva dal Centro Studi Squali di Massa Marittima, membro dell'Osservatorio Toscano sulla Biodiversità e collaboratore dell'Arpat Toscana: "Non disturbate lo squalo blu". L'esemplare giovane di Verdesca (Prionace glauca) è stato avvistato nel porto di Talamone, in Maremma (Grosseto). Lo squalo è stato fotografato domenica scorsa vicino a una barca. L'esemplare, lungo approssimativamente 50 cm,


girava tranquillamente nelle acque del porto. "Gli eventi di avvistamenti di verdesche lungo le coste toscane si fanno più frequenti, senza che questo debba destare alcuna preoccupazione vista la estrema tranquillità di questi animali che rapidamente si allontanano dopo aver magari cercato di catturare qualche pesce in branco". Anzi, si legge in un comunicato, si consiglia di non disturbarli se presenti in prossimità di spiagge, ma lasciare che tranquillamente si allontanino, per evitare che stressandosi e fuggendo velocemente possano accidentalmente danneggiarsi urtando oggetti sul loro passaggio".


E' presumibile, sebbene da verificare con adeguati monitoraggi, la presenza di aree di nursery al largo delle coste toscane. Una curiosità: le verdesche sono dotate di membrana nittitante, come tutti i carcarinidi con la quale proteggono gli occhi. Sono animali diffusi in tutte le acque del globo, possono raggiungere anche i 3 metri di lunghezza, producono piccoli già completamente formati e capaci di cavarsela da soli appena nati.


"Non si riportano casi di attacco in Mediterraneo da parte di questa specie negli ultimi decenni. Non si tratta di animali protetti, anche se è necessario approfondirne sempre di più la conoscenza da un punto di vista ecologico, per permettere che le popolazioni locali possano restare costanti", evidenzia il comunicato.