Cambridge Analytica, Zuckerberg chiede scusa su tutti i giornali britannici

Il fondatore di Facebook ha comprato una pagina su tutti i quotidiani e ha ripetuto: non mi meritiamo se non proteggiamo i vostri dati

Facebook

Facebook

globalist 25 marzo 2018

Un intervento un po' tardivo e solo a scandalo scoppiato: Mark Zuckerberg ha acquistato una una pagina su quasi tutti i quotidiani britannici per scusarsi dello scandalo Cambridge Analytica. "Noi abbiamo una responsabilità: proteggere i tuoi dati. Se non ci riusciamo, non vi meritiamo", si legge sull'annuncio, che ricalca le scuse presentate nei giorni scorsi sulla propria pagina Facebook e poi in un'intervista alla Cnn.
Zuckerberg ha spiegato che è stata un'applicazione a quiz messa a punto da un ricercatore universitario che "ha fatto trapelare i dati Facebook di milioni di persone nel 2014". "Questa è stata una violazione della fiducia, e mi dispiace non aver fatto di più in quel momento. Stiamo ora prendendo provvedimenti per assicurarci che questo non accada di nuovo".