Anche Parigi pronta a bombardare la Siria: "abbiamo le prove dell'attacco chimico"

Il Presidente francese ha dato l'ok a un eventuale intervento militare. La Germania della Merkel invece esclude la partecipazione tedesca

Emmanuel Macron e Donald Trump

Emmanuel Macron e Donald Trump

globalist 12 aprile 2018

Una nuova miccia alla polveriera siriana: Emmanuel Macron ha appena dichiarato che è pronto a schierarsi con Donald Trump, se questi valuterà seriamente l'ipotesi di un intervento militare in Siria. "Abbiamo le prove che la settimana scorsa il regime ha utilizzato delle armi chimiche in Siria e vogliamo togliere loro la possibilità di usarle ancora" ha dichiarato il Presidente della Repubblica francese. 


Diversa la posizione di Angela Merkel, che ha escluso un intervento militare tedesco, così come il leader dell'opposizione laburista Jeremy Corbyn, che evoca invece un'indagine dell'Onu: "nuove bombe non faranno bene a nessuno".


Da parte sua, Assad continua a negare e anzi afferma che le dichiarazioni di Trump e Macron sono "minacce occidentali alla lotta al terrorismo compiuta da Siria, Russia e Iran": "Tutte le volte he si compiono dei successi militari sul terreno, arrivano alcune potenze occidentali che cercano di cambiare gli eventi", ha detto Assad citato dalla tv di Stato e dall'agenzia Sana.