La guerra siriana nei cieli: nel Mediterraneo orientale allerta sulle rotte aeree

Secondo quanto riportano i media internazionali l'allarme è stato emesso "a causa del possibile lancio di raid aerei con missili aria-terra e/o cruise entro le prossime 72 ore".

Jet russi arrivano dalla base aerea vicino alla città russa di Voronezh

Jet russi arrivano dalla base aerea vicino alla città russa di Voronezh

globalist 11 aprile 2018

Il Consiglio di sicurezza Onu ha bocciato anche la terza bozza di risoluzione sulla Siria presentata dalla Russia, che chiedeva l'invio di investigatori Opac a Duma per indagare il presunto attacco chimico. Da parte sua, Mosca ha posto il veto alla bozza Usa per istituire un nuovo meccanismo d'inchiesta indipendente. Trump muove intanto le navi militari. E Macron afferma che la Francia deciderà la risposta insieme a Usa e Gb.
Allerta sulle rotte aeree del Mediterraneo orientale.
L'Agenzia europea per la sicurezza aerea (Easa) ha diramato un'allerta sulle rotte aeree del Mediterraneo orientale. Secondo quanto riportano i media internazionali. L'allarme è stato emesso "a causa del possibile lancio di raid aerei con missili aria-terra e/o cruise entro le prossime 72 ore". E va tenuta anche presente "la possibilità di un'interruzione intermittente delle apparecchiature di radionavigazione", afferma l'Easa.


Intanto l'Opac manderà "presto" in Siria una squadra per indagare sul presunto attacco chimico a Duma. E' quanto rende noto la stessa Organizzazione per la proibizione delle armi chimiche.
Il presidente francese, Emmanuel Macron, ha detto che la Francia deciderà nei prossimi giorni con gli alleati Usa e Gb come rispondere al regime siriano sul presunto attacchi con armi chimiche nella Ghuta. Eventuali raid degli aerei francesi avrebbero come obiettivo le "capacità chimiche" del regime siriano, ha sottolineato il presidente francese.