Ennesima strage Usa a Kabul: raid contro i talebani fa strage di civili

La Nato ha ammesso l'errore 'perché un missile ha funzionato male'. Ossia hanno sparato sulla gente

Strage Usa a Kabul

Strage Usa a Kabul

globalist 27 settembre 2017

Ennesima strage, ennesimo bombardamento sciagurato: un raid aereo americano, lanciato in risposta a un attacco dei talebani all'aeroporto internazionale di Kabul, ha causato "diverse vittime" perché un missile "ha funzionato male". Lo ha reso noto la Nato, senza precisare se si tratta di morti o di feriti.
"Purtroppo un missile ha funzionato male, causando diverse vittime", si legge in un comunicato della missione Nato Resolute Support.
I miliziani hanno lanciato oggi diversi missili e colpi di mortaio contro l'aeroporto e la vicina zona residenziale, poche ore dopo l'arrivo nella capitale afgana del segretario alla Difesa Usa Jim Mattis. Secondo la Nato, i talebani hanno anche "azionato giacche esplosive, mettendo in pericolo numerosi civili".
Le forze americane sono allora intervenute con "un sostegno alle forze afgane di intervento rapido, lanciando un raid aereo", ha spiegato l'Alleanza atlantica, esprimendo "profondo rammarico" e annunciando che "è in corso un'inchiesta sull'operazione e sul missile difettoso".
Secondo un bilancio fornito dal ministero dell'Interno afgano, nell'attacco dei talebani una donna è morta e 11 civili sono rimasti feriti.