Brigata di Foreign fighters dalla Siria all'Algeria: un ritorno a casa pericoloso

Sarebbero 21 e, secondo l'intelligence militare, in maggioranza tunisini, tra cui almeno due esperti di tattiche di guerriglia urbana.

Miliziani dell'Isis

Miliziani dell'Isis

globalist 13 settembre 2017

Primo concreto segnale che i miliziani stranieri dell'Isis, in rotta dopo le sconfitte in Siria ed Iraq, riprendono la strada di casa. Il giornale algerino Al Khabar ha reso noto, dell'edizione di oggi, che i servizi di sicurezza impegnati nella lotta alle formazioni terroristiche di matrice islamica, stanno cercando di intercettare un gruppo di miliziani - sono 21 in tutto, stando alle informazioni raccolte dall'intelligence dell'Esercito - che si sono infiltrati in Algeria provenienti dalla Siria.
La maggior parte dei miliziani, sempre secondo quanto riferisce al Khabar, sono di nazionalità tunisina.
Tra di loro ci sono i tunisini Zeitouni Houcine Mokni (alias Bara’a Kairouani) e Jalled Houcine Mokni (alias Abou Mayssara Attounisi), probabilmente fratelli, anche se il nome di battaglia indicherebbe il contrario. I due sono indicati come esperti nelle tattiche di guerriglia urbana.