Il sito dei nazisti americani sfrattato dal server trova asilo in Russia

The Daily Stormer ottiene il benservito dopo aver insultato la memoria della pacifista uccisa a Charlottesville

Daily Stormer

Daily Stormer

globalist 16 agosto 2017

“Fat, childless, 32-year-old slut”


I commenti su Heather Heyer, vittima di Charlottesville, sono stati considerati intollerabili: il blog neonazista 'The Daily Stormer' si è visto giustamente negare il dominio web dove aveva operato finora.


Dopo 24 ore in cui il sito è stato ostaggio di Anonymous, Anglin ha dovuto chiudere definitivamente la piattaforma, buttato fuori da Google e dall'host GoDaddy.


 



 


Sembra che il Daily Stormer si sia dunque spostato nel dark web e abbia ottenuto ospitalità nella sezione russa di Internet, con il nome di 'True Friendship Edition'. Particolare interessante risulta essere la foto che hanno deciso di pubblicare a conferma di tale trasferimento, che raffigura Putin e Trump insieme, all'incontro del G20 di Amburgo.