Online l'Archivio Antonioni: ora la sua produzione intellettuale è accessibile per tutti

Ora, sul sito Ibc Archivi, appunti e copioni, corrispondenza e taccuini di note, foto di scena e di set, pellicole, monografie e dischi del cineasta.

Antonioni

Antonioni

E' ora ufficialmente online l'inventario dell'Archivio Michelangelo Antonioni: dopo un lavoro immane di digitalizzazione, ecco che molti dei suoi materiali sono stati infine pubblicati sul sito Ibc Archivi.


Vi sono riuniti documenti raccolti e utilizzati dal regista per la sua produzione cinematografica e intellettuale: appunti e copioni, corrispondenza e taccuini di note, foto di scena e di set, pellicole, monografie e dischi. Non mancano la raccolta della rassegna stampa e le testimonianze dei numerosi premi ricevuti, le sue collezioni di immagini e le opere d'arte originali che compongono il ciclo de 'Le montagne incantate'.
Frutto di un lavoro di oltre due anni curato dalle Gallerie di Arte Moderna e Contemporanea del Comune di Ferrara, che conservano il fondo, e reso possibile grazie all'Ibc della Regione Emilia-Romagna e alla cooperativa Le Pagine, l'inventario rende accessibile la descrizione di oltre 47.000 documenti che compongono l'archivio professionale affidato dal regista alla sua città.