Informativa

Per migliorare il nostro servizio, la tua esperienza di navigazione e la fruizione pubblicitaria questo sito web utilizza i cookie (proprietari e di terze parti). Per maggiori informazioni (ad esempio su come disabilitarli) leggi la nostra Cookies Policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

OK X


Tempo liberato

Arthus-Bertrand ad Aosta: obiettivo aria pulita

Fino al 2 giugno al Forte di Bard, principale polo culturale della Valle d'Aosta, la prima mostra video-fotografica in Italia del grande documentarista francese

Redazione
giovedì 6 dicembre 2012 17:03

Loading

«Mi è piaciuto volare sopra un paese che produce solo energia pulita». Yann Arthus-Bertrand è un fotografo, giornalista e ambientalista francese. La sua passione per la fotografia naturalista ha inizio a 30 anni, nel 1976, quando parte per il Kenya assieme alla moglie Anne. Arthus-Bertrand trascorre 36 mesi nel Masai Mara, studiando il comportamento di una famiglia di leoni. Durante tale periodo sorvola diverse volte la riserva in elicottero e in mongolfiera, scoprendo una vocazione per la fotografia aerea. Tornato in Francia, nel 1981 pubblica il libro fotografico Lions. Ha inizio così la sua carriera di fotoreporter specializzato in reportage naturalistici, che lo porta a collaborare con le riviste francesi Paris-Match e Géo. Una accurata selezione della produzione artistica di Arthus-Bertrand sarà esposta dal 7 dicembre (fino al 2 giugno 2013) al Forte di Bard, principale polo culturale della Valle d'Aosta. La mostra "Dalla Terra all'Uomo, un ritratto aereo del pianeta" curata da Gabriele Accornero e Catherine Arthus-Bertrand, è la prima retrospettiva in Italia dedicata al fotogiornalista francese e si pone l'obiettivo di presentare in chiave divulgativa il suo lavoro. Arricchita da 15 scatti realizzati site specific sulla Valle d'Aosta, con particolare riferimento alla risorsa idrica e alle più alte cime delle Alpi, l'esposizione evidenzia l'impegno ambientale ed ecologico di Arthus-Bertrand, che del resto rappresenta il fondamentale movente della sua arte fotografica e documentaristica. In tutto oltre cento fotografie di grandi dimensioni sintetizzano un progetto sostenuto dall'Unesco e da Air France. Ecco allora in mostra tutti gli highlight del progetto come le foto cult Il cuore di Voh, Nuova Caledonia e Carovana di dromedari vicino a Nouakchott, Mauritania. Alle fotografie, corredate da ampie didascalie ricche di contenuti, si affiancano spettacolari docufilm realizzati da Bertrand, proiettati in alta definizione e su maxi schermi: Home, per la prima volta proposto con la voce narrante di Isabella Rossellini e il nuovissimo video Vu du ciel Val d'Aoste, straordinario viaggio sulle montagne più spettacolari delle Alpi. Infine una curiosità: per compensare l'anidride carbonica emessa durante i voli necessari per realizzare le riprese sono state piantate unità verdi equivalenti.



Home
Vai alla sezione Tempo liberato

Letto 2262 volte